Studente laureando

Se prevedi di laurearti entro il 31 marzo 2018 non sei tenuto al versamento della contribuzione studentesca.

Tuttavia fai attenzione, infatti, nel caso in cui tu non riesca a conseguire la laurea entro il 31 marzo 2018, dovrai pagare per l’iscrizione al nuovo anno, entro la stessa data, la 1^ e 2^ rata della contribuzione studentesca, con le relative indennità di mora (€ 52,00 sulla 1^ e 2^ rata; per la tassa regionale consulta il sito ALFA).

Entro il 15 maggio 2018 dovrai pagare anche la 3^ rata, che potrà essere ridotta del 50% se possiedi questi requisiti:

1. iscrizione fuori corso del previgente ordinamento o oltre la durata normale del nuovo ordinamento;
2. esami terminati entro il 31 marzo 2018 (debito della sola prova finale o di laurea).

 

Se non sei sicuro di laurearti entro il 31 marzo 2018 e vuoi evitare di pagare le more dovute per l’iscrizione tardiva, puoi decidere di pagare la 1^ rata (imposta di bollo e tassa regionale) entro il 22/09/2017, risultando così iscritto all'a.a. 2017/18, e la 2^ rata entro il 30/11/2017:

- se riesci a laurearti entro il 31/03/2018 (o altro termine stabilito dalle competenti strutture didattiche - verificare sui relativi siti) e prosegui la carriera iscrivendoti nell’anno accademico 2017/18 alla Laurea Magistrale (per i termini di iscrizione consulta il sito: www.studenti.unige.it/scadenze/#imm.laureaspec), i contributi versati saranno ritenuti validi per l’iscrizione alla Laurea Magistrale;

- se invece non prosegui la carriera potrai richiedere il rimborso dei contributi versati, a condizione che tu non abbia richiesto certificati di iscrizione all'a.a. 2017/18, effettuato variazioni al piano di studio e/o svolto collaborazioni studentesche (es. a tempo parziale – tutor) per lo stesso anno accademico.

Per quanto riguarda l’ISEE per l’Università, ti ricordiamo che non sono previste deroghe per i laureandi. Per termini di scadenza e modalità di dichiarazione dei dati ISEE-U consulta il sito www.studenti.unige.it/tasse/certificazione/