Attestazione ISEE per le prestazioni universitarie (ISEE-U) - a.a. 2021/22

In applicazione del DPCM 159/2013, del Decreto 7 novembre 2014, del D.lgs. n.147/2017 e della Legge n.58/2019

ISEE-U (Indicatore Situazione Economica Equivalente – per le prestazioni Universitarie) - Principali cose da ricordare

Chi deve dichiarare i dati ISEE-U all’Università tutti gli studenti iscritti all’a.a. 2021/2022 ai corsi di laurea, laurea magistrale e a ciclo unico e alla carriera ponte, che intendono chiedere la graduazione del contributo universitario e/o della tassa regionale
Come ottenere l’ISEE-U Per ottenere l’ISEE-U devi sottoscrivere la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) ai fini universitari.
Per l’assistenza nella compilazione della DSU ai fini universitari puoi rivolgerti all’INPS (in via telematica), a un CAF o a un commercialista abilitato
Quando sottoscrivere la DSU ai fini universitari
  • entro il 31/10/2021 (termine ordinario senza mora)
  • dal 01.11.2021 al 30.11.2021, con mora € 100,00
  • dal 01.12.2021 al 31.12.2021, con mora € 200,00
Come dichiarare i dati ISEE-U all’Ateneo Dopo esserti iscritto all’a.a. 2021/2022 (tramite il versamento della prima rata), devi autocertificare online i dati presenti nell’attestazione ISEE-U alla pagina Autocertificazione ISEE-U
Quando autocertificare i dati ISEE-U

Per consentirti il versamento degli importi della seconda rata e del conguaglio della tassa regionale, se dovuti, già ricalcolati sulla base dell’ISEE-U, devi effettuare l’autocertificazione online entro il 31/10/2021.
I dati ISEE-U possono, comunque, essere autocertificati anche successivamente, ma non oltre il 31/12/2021 (termine ultimo).
In questo caso gli importi della seconda rata e della tassa regionale saranno versati in misura intera e conguagliati al momento del versamento della terza rata.

Mancata autocertificazione nei termini

Oltre la data del 31 dicembre 2021, in caso di mancata autocertificazione dei dati reddituali e patrimoniali, sarà dovuto l’importo massimo del contributo universitario e della tassa regionale.

Leggere con attenzione anche le sezioni seguenti:

  1. Chi deve dichiarare i dati ISEE-U all'Università
  2. Come ottenere l'ISEE-U
  3. Come dichiarare i dati ISEE-U all'Università
  4. Scadenze ISEE-U + autocertificazione online
  5. Verifica acquisizione attestazione ISEE-U
  6. Deroghe casi particolari
  7. Controlli e sanzioni
     

1. Chi deve dichiarare i dati ISEE-U all'Università

Se sei uno studente iscritto a un corso di laurea, laurea magistrale o a ciclo unico o alla “carriera ponte”, per usufruire delle agevolazioni universitarie corrispondenti alla condizione economica del tuo nucleo familiare, devi dichiarare per ogni anno accademico i dati ISEE-U (Indicatore Situazione Economica Equivalente per le prestazioni universitarie), secondo le modalità e i termini stabiliti dall’Ateneo (Leggi attentamente i paragrafi 3 e 4).

Nota bene:
STUDENTI LAUREANDI - Se sei laureando e prevedi di conseguire il titolo entro il 31 marzo 2022, ti consigliamo di sottoscrivere comunque la DSU entro il termine ordinario (31 ottobre 2021): in caso di non conseguimento della laurea o di prosecuzione degli studi, dopo aver perfezionato l’iscrizione all’anno a.a. 2021/22, avrai la possibilità di autocertificare i dati ISEE-U secondo le modalità che saranno successivamente pubblicate, purché la DSU risulti sottoscritta entro i termini previsti..
STUDENTI STRANIERI - Se sei uno studente straniero leggi con attenzione la pagina ISEE-U parificato, per verificare la tipologia di attestazione reddituale da produrre (ISEE-Università o ISEE-Parificato).

L’ISEE-U ti consente di:

  • graduare  il contributo universitario (se il valore ISEE-U è inferiore a € 100.000)
  • graduare la tassa regionale, sulla base dei valori reddituali stabiliti da ALISEO (Agenzia Ligure per gli Studenti e l’Orientamento)
  • chiedere la borsa di studio, l'alloggio, l’accesso a tariffe agevolate dei servizi mensa gestiti da ALISEO
  • chiedere l’esonero per nucleo familiare (anche se il valore ISEE-U è superiore a € 100.000)
  • usufruire di altri benefici economici (integrazione borsa di studio prevista per la mobilità internazionale; borse/premi di studio/laurea su fondi messi a disposizione di enti pubblici e privati).

La presentazione dell’ISEE-U non è obbligatoria, ma la mancata acquisizione dei dati reddituali da parte dell’Università comporta il pagamento dell’importo massimo del contributo universitario e della tassa regionale, se dovuti.

2. Come ottenere l'ISEE-U

Per ottenere l'ISEE-U per l’a.a. 2021/22, per prima cosa, devi sottoscrivere la DSU integrale ai fini universitari entro il 31 ottobre 2021. Il documento contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del tuo nucleo familiare.
Per la compilazione della DSU puoi chiedere l’assistenza di un CAF (il servizio è gratuito) o di un commercialista abilitato. È inoltre possibile presentare la dichiarazione all'INPS in via telematica (per maggiori informazioni www.inps.it).

L’anno di riferimento per redditi e patrimonio da indicare nella DSU è il 2019: chi fornisce assistenza ti indicherà quali documenti presentare per la compilazione della dichiarazione.

Dopo circa 10 giorni lavorativi dalla data di sottoscrizione della DSU, potrai ottenere l’attestazione ISEE-U, concordando le modalità di ritiro con i predetti enti.

Attenzione!
Sono considerate valide, ai fini della graduazione  della contribuzione studentesca, esclusivamente le attestazioni ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario a favore degli studenti interessati. Ti consigliamo di rivolgerti agli enti preposti all’assistenza con congruo anticipo rispetto al termine ordinario di presentazione dell'ISEE-U (31 ottobre 2021), in modo da avere il tempo necessario per risolvere eventuali problematiche (es. omissioni/difformità, dati errati, ecc.).

3. Come dichiarare i dati ISEE-U all'Università

Se ti sei iscritto all’a.a. 2021/22, una volta ottenuta l’attestazione ISEE-U, devi effettuare l'autocertificazione ISEE-U online, entro il termine previsto.
Al termine della procedura di autocertificazione online, premi su “SALVA” e stampa la ricevuta.

Attenzione!
L’autocertificazione online è indispensabile per autorizzare gli Uffici competenti a consultare il sistema informativo INPS e acquisire il valore ISEE-U.
Le autocertificazioni annullate saranno considerate come mai acquisite.

Rettifiche
Se la DSU attestata dall’INPS riporta errori, imprecisioni o omissioni devi  procedere alla rettifica della stessa entro il 31/12/2021.
Se hai già autocertificato  online i dati della DSU “errata”, devi effettuare una nuova autocertificazione entro il termine improrogabile del 31.12.2021.
I casi di reiterata rettifica dei dati ISEE-U autocertificati saranno oggetto di particolari controlli, in collaborazione con la Guardia di Finanza.

ISEE corrente
In presenza di un ISEE in corso di validità, qualora si verifichino rilevanti variazioni del reddito a seguito di eventi avversi, puoi chiedere il rilascio di un ISEE CORRENTE, basato sui redditi degli ultimi dodici mesi (o anche solo degli ultimi due mesi in caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato per cui sia intervenuta la perdita, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa ovvero nel caso si verifichi un’interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non rientranti nel reddito complessivo ai fini IRPEF).
L’ISEE CORRENTE deve essere presentato non oltre il 31 dicembre 2021 e, a tale data, deve risultare in corso di validità.

Attenzione!
Per ISEE rettificate e ISEE corrente, ai fini del rispetto delle scadenze e dell’applicazione dell’eventuale mora, si terrà conto della data di sottoscrizione della prima DSU che hai autocertificato online.

4. Scadenze ISEE-U + autocertificazione online

Termini ordinari per la sottoscrizione della DSU

  • dal 1° gennaio 2021 al 31 ottobre 2021

Termini in dilazione con mora per la sottoscrizione della DSU

  • dal 1° novembre 2021 al 30 novembre 2021 con maggiorazione di € 100,00
  • dal 1° dicembre 2021 al 31 dicembre 2021 con maggiorazione di € 200,00.

Attenzione!
L’eventuale mora dovuta a seguito di tardiva DSU dovrà essere versata entro la scadenza della terza rata della contribuzione studentesca, anche nel caso in cui la terza rata risulti pari a zero.

Termine autocertificazione online dei dati ISEE-U

Ricordati di autocertificare i dati ISEE-U entro il 31 ottobre 2021, tempo utile per il ricalcolo della contribuzione sulla base della tua situazione reddituale sin dall’importo della seconda rata e del conguaglio della tassa regionale

Puoi autocertificare i dati dell’attestazione ISEE-U, elaborati in base alla DSU sottoscritta nei termini sopra citati, alla pagina Autocertificazione ISEE-U entro il termine ultimo del 31 dicembre 2021.
La mancata acquisizione dei dati reddituali da parte dell’Università entro il predetto termine comporta il pagamento dell’importo massimo del contributo universitario e della tassa regionale, se dovuti.

L’Università, sulla base dei dati autocertificati, procederà all’interrogazione del sistema informativo INPS e alla verifica del valore ISEE-U dichiarato. In caso di difformità dei dati, oppure nel caso in cui il tuo nucleo familiare abbia sottoscritto più DSU per le prestazioni universitarie, sarà acquisito l’ultimo valore ISEE-U valido attestato dall’INPS.

Attenzione!
► Al momento del versamento della prima rata, il sistema online propone, in via provvisoria, l’importo minimo previsto per la tassa regionale pari a € 120,00. L’effettivo ammontare dovuto si aggiornerà definitivamente sulla base del valore ISEE-U, se acquisito per l’anno accademico 2021/22. L’eventuale conguaglio a debito dovrà essere saldato entro la scadenza della seconda rata (30.11.2021).
► Se, al momento del pagamento, le rate non risultano ricalcolate sulla base dell’ISEE-U dichiarato (ad es. per produzione ISEE invece che ISEE-U oppure ISEE-U in errore o ISEE-U dichiarato in prossimità della scadenza della rata ecc.) sarai tenuto a versare l’importo massimo oppure potrai decidere di attendere il ricalcolo degli importi con eventuale conguaglio sulla rata successiva. In ogni caso il tardivo versamento della rata dovuta, comporterà l’applicazione delle indennità di mora stabilite dagli Organi di Governo di UNIGE
► Se sottoscrivi la DSU in prossimità del 31 dicembre 2021 ma non sei ancora in possesso dell’attestazione ISEE-U e non puoi quindi autocertificare i dati online, sempre entro lo stesso termine, dovrai inviare all’indirizzo di posta elettronica iseeu@segreterie.unige.it: copia della DSU sottoscritta; copia di un documento di identità in corso di validità; dichiarazione di autorizzazione all’Università a consultare il sistema informativo dell’INPS e ad acquisire il valore ISEE-U.

5. Verifica acquisizione attestazione ISEE-U

Puoi verificare se l’attestazione ISEE-U è stata acquisita dall’Università accedendo alle seguenti pagine web:

  1. servizionline.unige.it/studenti/iseeu
    Una volta completata la procedura di inserimento dei dati ISEE-U ed aver effettuato il salvataggio, comparirà il messaggio: "Autocertificazione acquisita in attesa di verifica con INPS".
    Dopo circa 10 giorni, nella stessa pagina, potrai riscontrare l’avvenuta acquisizione del valore ISEE-U da parte dell’Università visualizzando il messaggio "Attestazione acquisita".
    Se continua a permanere il messaggio "Autocertificazione acquisita in attesa di verifica con INPS" significa che, a seguito della verifica con l’INPS, sono emerse delle problematiche relative all’attestazione autocertificata. In questo caso, gli Uffici ti contatteranno all’indirizzo mail registrato su UniGe, indicando la procedura da seguire.
  2. servizionline.unige.it/studenti/tasse
    Se la procedura è andata a buon fine visualizzerai il seguente messaggio: "Valore ISEE-U (dato INPS) per l'anno accademico 2021/2022 - Indicatore ISEE-U € ..."

6. Deroghe casi particolari

Sono previste deroghe alle predette scadenze per le seguenti tipologie di studenti:

  • che hanno conseguito la laurea presso un altro Ateneo e si iscrivono al primo anno di una nuova carriera a Genova
  • che si trasferiscono a Genova da altro Ateneo
  • che risultano vincitori, anche per scorrimento, nelle graduatorie per l’accesso ai corsi a numero programmato
  • che riprendono la carriera, dopo un periodo di interruzione degli studi di almeno un anno, iscrivendosi con "ricognizione"
  • che hanno conseguito la laurea presso questo Ateneo e si iscrivono al primo anno di una nuova carriera universitaria dopo un periodo di interruzione di almeno un anno
  • a chi è stata revocata la borsa di studio erogata dall’Agenzia regionale o ha rinunciato al beneficio.

Se rientri in una delle casistiche di cui sopra e non sei in possesso di una DSU per le prestazioni universitarie sottoscritta nell’anno solare 2021, dovrai sottoscrivere la “DSU integrale” entro 30 giorni dall’avvenuta iscrizione e dovrai inviare, entro 30 giorni dall’avvenuta iscrizione, l’attestazione ISEE-U via mail all’indirizzo di posta elettronica iseeu@segreterie.unige.it.

Il mancato rispetto delle predette scadenze comporterà l’applicazione delle indennità di mora alle somme dovute a titolo di contribuzione studentesca..

7. Controlli e sanzioni

I dati reddituali dichiarati saranno soggetti a controllo ai sensi dell'art. 10 del D.Lgs. 68/2012, commi 1 e 2, e dell'art. 11 del D.P.C.M. 159/2013, in particolare nei casi di reiterata rettifica. In caso di dichiarazioni non veritiere proprie o dei membri del nucleo familiare, saranno applicate le sanzioni di cui all'art.10, comma 3, del predetto D.Lgs. 68/2012, pari al triplo della somma indebitamente non corrisposta, ferma restando la segnalazione alle competenti autorità giudiziarie.

Attenzione!
Ti invitiamo a controllare attentamente l’attestazione ISEE-U per evitare di incorrere nei seguenti errori:

  1. Manca il quadro “prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario”
    Non va bene Così va benesmiley
    L’attestazione ISEE non si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario: non è presente il quadro specifico ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” Nell’attestazione ISEE è presente il quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” dove compare il nome, cognome e codice fiscale dello studente
  2. Nel quadro “prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario” non compare lo studente interessato
    Non va bene Così va benesmiley
    Nel quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” anziché i dati anagrafici dello studente sono stati indicati per errore i dati di un altro componente del suo nucleo familiare (ad es. il padre che non è studente universitario) oppure sono stati indicati i dati del fratello, anche lui studente universitario, ma non quelli dell’interessato. In entrambi i casi, quando lo studente effettua l’autocertificazione online →  l’autocertificazione va in errore Se nel nucleo familiare sono presenti due o più studenti universitari, nel quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” deve comparire cognome, nome e codice fiscale di tutti gli studenti universitari.
    In questo modo la famiglia può chiedere il rilascio di una sola attestazione ISEE per l’Università, purché si applichi in favore di tutti gli studenti universitari presenti nel nucleo.
  3. Tra i componenti del nucleo familiare non compare lo studente
    Non va bene Così va bene smiley
    Se lo studente risiede in un’abitazione diversa da quella della famiglia d’origine ma non possiede i requisiti per essere considerato “studente indipendente”, dovrà presentare due DSU: la prima relativa alla sua famiglia d’origine e la seconda nella quale lo studente sarà attratto alla DSU della famiglia d’origine.
    Se lo studente effettua l’autocertificazione online inserendo i dati della prima DSU, l’autocertificazione va in errore
    Per effettuare l’autocertificazione online, lo studente deve attendere che l’INPS rilasci l’attestazione elaborata sulla seconda DSU, cioè quella in cui risulterà attratto al nucleo familiare d’origine.