ISEE per le prestazioni universitarie (ISEE-U)

 (in applicazione del DPCM 159/2013 e del Decreto 7 novembre 2014)
 
a.a. 2016/17
 
  1. A cosa serve l’ISEE-U
  2. Come ottenere l'ISEE-U
  3. Come dichiarare i dati ISEE-U all'Università
  4. Scadenze ISEE-U + autocertificazione online
  5. Verifica acquisizione attestazione ISEE-U
  6. ISEE-U oltre i termini con mora € 500,00
  7. ISEE-U: riepilogo iter ordinario
  8. Riepilogo scadenze
  9. Deroghe casi particolari
  10. Controlli e sanzioni
 
Per richiedere le agevolazioni universitarie, tutti gli studenti, compresi i laureandi e gli iscritti alla “carriera ponte”, devono dichiarare per ogni anno accademico i dati ISEE-U (Indicatore Situazione Economica Equivalente per le prestazioni universitarie), secondo le modalità e i termini stabiliti dall’Ateneo (Leggi attentamente i paragrafi 3 e 4).
 
L’ISEE-U consente di usufruire:
  • della graduazione della 2^ rata della contribuzione universitaria (se il valore è inferiore a € 65.000,00);
  • della graduazione della tassa regionale, se il valore è inferiore ai limiti previsti dall’ A.R.S.E.L. (Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro).  L'ISEE-U è indispensabile anche per chiedere la borsa di studio e l'alloggio A.R.S.E.L. e per accedere alle tariffe agevolate dei servizi mensa (info su www.arsel.liguria.it);
  • di altri benefici economici (integrazione borsa di studio prevista per la mobilità internazionale; borse/premi di studio/laurea su fondi messi a disposizione di enti pubblici e privati).
La presentazione dell’ISEE-U non è obbligatoria ma la mancata acquisizione dei dati da parte dell’Università comporterà il pagamento dell’importo massimo di 2^ rata della contribuzione universitaria e della tassa regionale.
 Non è necessario dichiarare i dati ISEE-U all’Università se:
  • hai presentato domanda di borsa di studio A.R.S.E.L. e risulti inserito in posizione utile nella graduatoria definitiva (il valore ISEE-U sarà acquisito direttamente dal database di A.R.S.E.L.);
  • sei uno studente con invalidità pari o superiore al 66% (dichiarata e certificata all’Università);
  • sei uno studente straniero beneficiario di borsa di studio del Governo italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici;
  • sei uno studente straniero al quale è riconosciuto lo status di rifugiato, previa esibizione del documento attestante la posizione;
  • il tuo valore ISEE-U supera la soglia massima prevista (€ 65.000,00).
2.    Come ottenere l'ISEE-U
Per ottenere l’attestazione ISEE-U per l’Università, devi compilare e sottoscrivere la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) “integrale” entro il 31 ottobre 2016.
Per l’assistenza puoi rivolgerti:
  • - ai CAF;
  • - all’INPS (per maggiori informazioni www.inps.it).
Dopo circa 10 giorni lavorativi, potrai ottenere l’attestazione riportante il valore ISEE che “si applica alle PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO”, concordando le modalità del ritiro con i predetti enti.
Ti consigliamo di rivolgerti agli enti preposti all’assistenza con congruo anticipo rispetto alle scadenze, in modo da avere il tempo necessario per risolvere eventuali problematiche (es. omissioni/difformità, dati errati, ecc.).
 
Il valore ISEE-U del tuo nucleo familiare dovrà essere calcolato assumendo quali parametri:
−    la situazione reddituale riferita all’anno solare 2014;
−    la situazione patrimoniale riferita all’anno solare 2015.
 

N.B. Gli studenti stranieri sono invitati a leggere con attenzione la pagina https://www.studenti.unige.it/tasse/iseeuparificato/ per verificare la tipologia di attestazione reddituale da produrre (ISEE-Università o ISEE-Parificato).

 
3.    Come dichiarare i dati ISEE-U all'Università
Se sei uno studente iscritto o hai concluso la procedura di preimmatricolazione, una volta ottenuta l’attestazione ISEE-U, devi effettuare l’autocertificazione online entro le scadenze stabilite, inserendo i dati richiesti alla pagina web: https://servizionline.unige.it/studenti/iseeu.
Al termine della procedura di autocertificazione online, premi sul pulsante “SALVA”. Se l’autocertificazione va a buon fine, deve comparire il seguente messaggio di conferma “Autocertificazione acquisita in attesa di verifica con INPS” sia nella relativa maschera, sia qui .
 

Attenzione! L’autocertificazione online è indispensabile per autorizzare il Settore Anagrafe Reddituale a consultare il sistema informativo INPS e acquisire il valore ISEE-U.

Rettifiche
Le rettifiche (es. omissioni/difformità rilevate dall’Agenzia delle Entrate, errori da parte dei CAF), potranno essere accolte entro il 2 maggio 2017.
Per richiedere la rettifica del valore ISEE-U, devi seguire la seguente procedura:
-    inviare un’istanza via e-mail a tasse.benefici@unige.it , motivando la richiesta (allegando copia di un documento di identità in corso di validità);
-    allegare dichiarazione da parte del CAF attestante la problematica.
La richiesta sarà valutata e, se necessario, ti contatteremo per la produzione di ulteriori documenti o per informazioni/chiarimenti.
Ai fini del rispetto delle scadenze e dell’applicazione dell’eventuale mora, si terrà conto della data di sottoscrizione della 1^ DSU che hai fatto pervenire all’Università.
 
Termini per la sottoscrizione della DSU
  • dal 1° gennaio al 31 ottobre 2016 (termine ordinario);
  • dal 1° al 30 novembre 2016, termine con mora di € 200,00.
Termine ultimo per l’autocertificazione online dei dati ISEE-U
I dati dell’attestazione ISEE-U, elaborati in base alla DSU sottoscritta nei termini sopra citati, devono essere autocertificati online alla pagina https://servizionline.unige.it/studenti/iseeu entro il termine ultimo del  
31 dicembre 2016
L’Università, sulla base dei dati autocertificati, procederà all’interrogazione del sistema informativo INPS e alla verifica del valore ISEE-U dichiarato. In caso di difformità dei dati, sarà acquisito il valore ISEE-U valido più recente attestato dall’INPS.

 

Attenzione!

Le autocertificazioni annullate saranno considerate come mai acquisite.

Il valore ISEE-U autocertificato consentirà di aggiornare in tempo reale l’importo della tassa regionale da versare unitamente alla 1^ rata della contribuzione universitaria.

N.B. Per il versamento di eventuali conguagli di tassa regionale, attendi la registrazione del valore ISEE-U nella tua pagina personale (alla voce “Domande di beneficio” comparirà il seguente messaggio: “Valore ISEE-U (dato INPS) per l’a.a. 2016/17 – Indicatore ISEE-U € ..…….”.

 
5.    Verifica acquisizione attestazione ISEE-U
Puoi verificare se il valore ISEE-U è stato acquisito dall’Università accedendo alle seguenti pagine web:
Quando il valore ISEE-U accertato con l’INPS confluirà in carriera, visualizzerai nella tua pagina personale il seguente messaggio: “Valore ISEE-U (dato INPS) per l'anno accademico 2016/2017 - Indicatore ISEE-U € ...
 
6.    ISEE-U oltre i termini con mora € 500,00
Se non hai ottemperato alle disposizioni di cui ai paragrafi 3 e 4 e intendi comunque usufruire delle agevolazioni relative alla produzione dell’ISEE-U, potrai presentare i dati reddituali entro il 2 maggio 2017, a fronte del pagamento di una mora di € 500,00.
 
Come? Invia un’e-mail a tasse.benefici@unige.it, improrogabilmente entro il 2 maggio 2017, alla quale dovrai allegare in formato “pdf”:
-    autorizzazione (stampa modulo), debitamente compilata e sottoscritta, al Settore Anagrafe Reddituale a consultare la tua DSU/attestazione ISEE-U nel sistema informativo dell’INPS e ad acquisire il valore dell’attestazione ISEE-U valida per le prestazioni universitarie (si accettano DSU sottoscritte dal 1° gennaio 2016 al 2 maggio 2017);
-    copia di un tuo documento di identità valido.
 

Chi deve dichiarare i dati ISEE-U all’Ateneo: 

   tutti gli studenti (compresi laureandi e iscritti alla “carriera ponte”) che intendono chiedere le agevolazioni.

Cosa compilare: 

   la DSU integrale (redditi 2014 – patrimonio 2015).

Quando compilare la DSU integrale: 

entro il 31 ottobre 2016

A chi rivolgersi per l’assistenza nella compilazione della DSU integrale:

a un CAF  o all’INPS.

Come dichiarare i dati ISEE-U all’Ateneo: 

compilare l’autocertificazione online inserendo i dati richiesti, presenti nell’attestazione ISEE-U.

Quando dichiarare i dati ISEE-U: 

Attenzione! Non è sufficiente che tu sia in possesso della DSU (sottoscritta entro le scadenze previste) e dell’attestazione ISEE-U: ricorda di compilare l’autocertificazione online
entro il 31 dicembre 2016.

DATA

SOTTOSCRIZIONE DSU

 

AUTOCERTIFICAZIONE ONLINE DEI

DATI ISEE-U

APPLICAZIONE MORA

1° gennaio 2016

31 ottobre 2016

+

Effettuata entro il 31 dicembre 2016

NO MORA

1° novembre 2016

30 novembre 2016

+

Effettuata entro il 31 dicembre 2016

MORA € 200,00

Vedi nota*

 

NON EFFETTUATA entro il

31 dicembre 2016

*Saranno accettate DSU sottoscritte dal 1° gennaio 2016 al 2 maggio 2017,

con MORA € 500,00

 
9.    Deroghe casi particolari
Sono previste deroghe alle predette scadenze per le seguenti tipologie di studenti:
-    studenti che hanno conseguito la laurea presso un altro Ateneo e si iscrivono al primo anno di Laurea Magistrale a Genova;
-    studenti che si trasferiscono a Genova da altro Ateneo;
-    studenti “ripescati” nelle graduatorie per l’accesso ai corsi a numero programmato;
i quali sono tenuti a produrre l'attestazione ISEE-U entro 30 giorni dall'avvenuta iscrizione
 
10.     Controlli e sanzioni
I dati reddituali dichiarati saranno soggetti a controllo ai sensi dell'art. 10 del D.Lgs. 68/2012, commi 1 e 2, e dell'art. 11 del D.P.C.M. 159/2013. In caso di dichiarazioni non veritiere proprie o dei membri del nucleo familiare, saranno applicate le sanzioni di cui all'art.10, comma 3, del predetto D.Lgs. 68/2012, pari al triplo della somma indebitamente non corrisposta, ferma restando la segnalazione alle competenti autorità giudiziarie.
 
ATTENZIONE!
Ti invitiamo a controllare attentamente l’attestazione ISEE-U per evitare di incorrere nei seguenti errori:
 
1° CASO – MANCA IL QUADRO “PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO”

NON VA BENE

COSI’ VA BENE smiley

L’attestazione ISEE non si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario: non è presente il quadro specifico ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO”.

     Nell’attestazione ISEE è presente il quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” dove compare il nome, cognome e codice fiscale dello studente.

      
2° CASO – NEL QUADRO “PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” NON COMPARE LO STUDENTE INTERESSATO

NON VA BENE

COSI’ VA BENE  smiley

Nel quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” anziché i dati anagrafici dello studente sono stati indicati per errore i dati di un altro componente del suo nucleo familiare (ad es. il padre che non è studente universitario)

oppure

sono stati indicati i dati del fratello, anche lui studente universitario, ma non quelli dell’interessato. In entrambi i casi, quando lo studente effettua l’autocertificazione online → l’autocertificazione va in errore

 Se nel nucleo familiare sono presenti due o più studenti universitari, nel quadro ”PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO” deve comparire cognome, nome e codice fiscale di tutti gli studenti universitari.
In questo modo la famiglia può chiedere il rilascio di una sola attestazione ISEE per l’Università, purché si applichi in favore di tutti gli studenti universitari presenti nel nucleo.

     
3° CASO – TRA I COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE NON COMPARE LO STUDENTE

NON VA BENE

COSI’ VA BENE smiley

Se lo studente risiede in un’abitazione diversa da quella della famiglia d’origine ma non possiede i requisiti per essere considerato “studente indipendente”, dovrà presentare due DSU: la 1^ relativa alla sua famiglia d’origine e la 2^ nella quale lo studente sarà attratto alla DSU della famiglia d’origine.
Se lo studente effettua l’autocertificazione online inserendo i dati della 1^ DSU → l’autocertificazione va in errore

Per effettuare l’autocertificazione online, lo studente deve attendere che l’INPS rilasci l’attestazione elaborata sulla 2^ DSU, cioè quella in cui risulterà attratto al nucleo familiare d’origine.